Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Creare un nuovo modello di agricoltura e pesca sostenibili

Creare un nuovo modello di agricoltura e pesca sostenibili

Il PDE, riconoscendo il valore aggiunto dell’agricoltura europea, sostiene lo sviluppo di un nuovo modello di agricoltura sostenibile, efficiente e produttivo che combini obiettivi ambiziosi dal punto di vista economico e ambientale a vantaggio degli agricoltori, dei consumatori, delle comunità rurali e dell’ambiente.

Il PDE vorrebbe che sostenibilità, innovazione, sicurezza alimentare in tutta l’Unione fossero elementi chiave della riforma insieme a competitività e lotta al cambiamento climatico.

Inoltre, il bilancio della Politica Agricola Comune dovrebbe essere sufficiente a garantire finanziamenti adeguati per i suoi obiettivi ed evitare ogni futura possibilità di rinazionalizzazione.

Il PDE sostiene una Politica Agricola Comune equa per tutti gli agricoltori. Tuttavia, siamo consapevoli del fatto che le condizioni naturali, i costi di produzione e gli standard di vita generali non sono gli stessi in tutta Europa. E di questo va tenuto conto nella redistribuzione degli aiuti. Pertanto, riteniamo che un sistema europeo di pagamento forfettario non rifletterebbe del tutto la diversità agricola dell’UE. La PAC dovrebbe anche riflettere gli obiettivi del pilastro sociale europeo nella lotta alla povertà rurale e alla disoccupazione.

Sosteniamo il costante orientamento al mercato della Politica Agricola Comune e non il ritorno a politiche fallimentari, insistendo sul fatto che ciò non debba avvenire a discapito della sicurezza e della qualità degli alimenti, del benessere degli animali, dell’ambiente o che non venga compromessa la capacità degli agricoltori di ottenere un reddito adeguato alla messa in commercio dei loro prodotti sul mercato.

Il PDE difende una Politica Agricola Comune che promuove una varietà di modelli agricoli e sostiene una transizione graduale verso metodi di produzione che riducano al minimo l’utilizzo di prodotti fitosanitari e li sostituiscano con alternative più ecologiche, garantiscano elevati standard di benessere per gli animali e aumentino la tracciabilità, garantiscano standard igienici e fitosanitari, salvaguardino e ristabiliscano la biodiversità e affrontino gli sprechi alimentari. Tali misure dovrebbero essere accompagnate da obiettivi e indicatori dell’Unione, dove possibile.

Sosteniamo una futura Politica Agricola Comune che sottolinei l’importanza e incoraggi lo sviluppo di programmi di qualità degli alimenti come l’indicazione geografica, riconoscendo il valore aggiunto offerto dall’agricoltura europea. I prodotti di qualità dell’UE fanno parte della cultura e del patrimonio dell’UE, rappresentano un’enorme risorsa europea nel mondo e sono essenziali per stimolare le economie rurali e le PMI.

Per concludere ciò che riguarda la PAC, il PDE è convinto che gli investimenti nell’innovazione, nella digitalizzazione, nell’istruzione e formazione siano di importanza vitale per il futuro dell’agricoltura europea – per “stabilire un nesso tra ciò che sappiamo e ciò che coltiviamo”.

La Politica Comune della Pesca è una politica essenziale per l’Unione e il rispetto di tutte le disposizioni dovrebbe essere necessario per tutelare i posti di lavoro dei nostri pescatori e l’ambiente marino. Un sistema di controllo ben funzionante contribuirebbe alla sostenibilità dell’intero settore; un’attenzione particolare andrebbe rivolta all’approvazione di nuovi protocolli sugli accordi di partenariato già applicati nel settore della pesca. Probabilmente la Brexit avrà un impatto significativo sulle risorse ittiche comuni e l’accesso al mercato, motivo per il quale un accordo sulla pesca rappresenta una priorità.

IED YDE